Roma e Lazio. NIDI: USB DOMANI IN CONSIGLIO REGIONALE CON LE LAVORATRICI PER CHIEDERE IL RITIRO DELLE NORME "MANGIA-BAMBINI"

Roma -

L’Unione Sindacale di Base ha invitato tutte le lavoratrici dei nidi pubblici e privati del Lazio a partecipare domani,  giovedì 4 agosto, dalle ore 11.00, alla seduta del Consiglio Regionale nel corso della quale dovrebbero essere approvate le norme “mangia-bambini”, contenute nell’art. 4 della proposta di legge di assestamento di bilancio, che elevano il numero di bambini per ogni educatrice e riducono la superficie destinata alle attività educative per ciascun bambino.

 

“L’intervento a gamba tesa della Giunta Polverini, realizzato attraverso la manovra di assestamento di bilancio, appare del tutto fuori contesto e teso a scardinare completamente le regole fissate con i Contratti Nazionali di Lavoro”, denuncia Caterina Fida, del Coordinamento Nidi USB.

 

“Coloro che intervengono dall’alto su questa materia - continua la rappresentante USB - sono completamente ottenebrati dal raggiungimento di obiettivi quantitativi, che rischiano di creare condizioni di lavoro peggiori e ambienti insicuri per i nostri figli. Se davvero si avessero a cuore le esigenze delle famiglie - sottolinea Fida – si dovrebbero investire le magre risorse in qualità, sicurezza, e su un piano straordinario di interventi che assicuri la stabilizzazione del personale precario nel settore pubblico, garantendo a chi opera nel privato lo stesso trattamento del personale pubblico”.

 

Conclude Caterina Fida: “USB sarebbe disponibile ad affrontare un percorso di riesame della ormai datata legge 59 del 1980, che regola l’organizzazione degli asili nido, se la Giunta Polverini ritirasse le norme ‘mangia-bambini’ dalla proposta legge di assestamento di bilancio”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni