CHIUSURA ad OLTRANZA

Genova -

25 ottobre 2005. Oggi abbiamo incontrato il Sindaco, che ha preso atto delle due diverse piattaforme rivendicative, la nostra da una parte e quella di CGIL, CISL UIL e DICCAP dall’altra. La chiusura è stata totale, persino rispetto a questi ultimi che, a nostro giudizio, hanno posto questioni di metodo più che di merito…
Il Sindaco ha affermato che c’è una difficile situazione complessiva, che bisogna fare sacrifici, che la politica di questa giunta è quella di, testuali parole, "una tendenziale riduzione del personale", che l’Amministrazione può anche parlare con i sindacati, ma che questi non possono farle perdere troppo tempo e che l’Amministrazione, dopo un po’ andrebbe comunque sulla sua strada, e che comunque non ritira nessuno degli atti unilaterali che ha emanato recentemente…
In particolare, ribadendo la nostra piattaforma, noi abbiamo fatto presente che proprio perché la situazione è difficile, soprattutto per chi guadagna solo 1.000 euro al mese, l’Amministrazione Comunale dovrebbe fare scelte doverose, dare segnali chiari, politici, di disponibilità verso i dipendenti, anziché mascherarsi dietro applicazioni di contratti nazionali o leggi indecenti.
Noi abbiamo chiesto
L’ABOLIZIONE DELLE PAGELLINE
che umiliano i lavoratori e li mettono in concorrenza tra loro
L’ELIMINAZIONE DELLE P.O.
a cominciare dalla loro drastica riduzione, con lo spostamento delle relative quantità economiche a favore di tutti i lavoratori
L’ASSUNZIONE IN RUOLO
di tutti i precari presenti nell’Ente
IL BLOCCO DELLE ESTERNALIZZAZIONI
in corso, a cominciare dalla revoca dell’inserimento delle cooperative nella scuola
IL POTENZIAMENTO DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE

sia orizzontali che verticali - con lo svuotamento reale - e non a parole - della categoria A
L’INCREMENTO DEL FONDO DI PRODUTTIVITÀ
e spostamento delle sue risorse dal salario accessorio a quello tabellare, trasformando la quota di produttività in quattordicesima mensilità.
Su tutto questo il Sindaco,a nome della Giunta,ha confermato una chiusura totale.
Per questo motivo, registrando l’indisponibilità a trovare soluzioni autenticheai problemi dei lavoratori, non possiamo che confermare lo

SCIOPERO DEI DIPENDENTI COMUNALI
LUNEDI’ 7 NOVEMBRE 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni