Roma. Il Pane & le Rose, aprile 2011: 'Apprendiamo con piacere…'

In allegato il giornalino e l'allegato

Roma -

L'editoriale di questo numero:

'…che non pochi colleghi iniziano ad interessarsi a questo piccolo tentativo di ravvivare il dibattito. Tanto che arrivano le prime critiche. Ne prendiamo atto con piacere e cercheremo di farne tesoro, invitando tutti ad essere ancora più incisivi. La più importante ci è parsa quella avanzata da chi ci ha contestato una sorta di “genericità”, di scarso approfondimento degli argomenti trattati (forse troppi per concentrarli su sole quattro paginette in formato word?).

Pur essendo ovvio che l’idea originaria era essenzialmente quella di stimolare un dibattito che avrebbe poi trovato altre e più congrue modalità di approfondimento (cosa che necessariamente comporta qualche imprecisione), ci sembra giusto fare uno sforzo di maggior rigore almeno sul piano informativo.

A tal proposito, abbiamo chiesto a chi, per conto dell’Unione Sindacale di Base (U.S.B), segue con maggiore continuità le trattative a livello centrale con l’Amministrazione di fornirci uno schema riepilogativo di tutto ciò che attualmente “bolle in pentola” e di quanto tempo si dovrà ancora attendere per vedere applicati quei tanti istituti contrattuali (indennità e quant’altro) sui quali l’Amministrazione tende a fare “melina” al solo scopo di posticipare quanto più possibile l’esborso di fondi che già da tempo sono dovuti ai dipendenti. Di tutto ciò proveremo a dar conto già a partire da questo numero.

Ma intanto, come non fare almeno un accenno alle devastanti conseguenze che inevitabilmente peseranno su tutti noi a causa delle scelte scellerate, se non veri e propri crimini contro l’umanità, di chi si è autonomamente elevato al rango di avanguardia della civiltà?

Guerra e nucleare … due aspetti di uno stesso problema!'

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni